Chi siamo

Il Veteran Car Club Como, costituito nel 1978, è l’unico Ente nella provincia di Como ad essere insignito della federazione all’AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO TORINO – (A.S.I.)

L’Associazione non persegue fini di lucro e si dichiara apolitica.

Gli scopi del V.C.C. Como sono di riunire in sodalizio gli amatori e possessori di auto e moto storiche, contribuire a diffondere l’interesse per dette auto e moto, non solo per il loro pregio artistico formale o materiale, ma soprattutto per il loro valore culturale.

La Sede dell’Associazione è sempre stata e dovrà sempre comunque essere nella provincia di Como.

Nel 1992 è stata accolta dal COMUNE DI AROSIO fra le varie Associazioni Arosiane già esistenti. La collocazione sia geografica che strutturale, ha favorito sullo sviluppo del V.C.C.COMO. Da allora ha riscontrato sempre più partecipazione da parte di Soci provenienti, oltre che dalla provincia di Como e  Lecco, dal vicino Varesotto e Bergamasca, dalla Svizzera e soprattutto dall’alto milanese nonché da diversi residenti nella città di Milano.

La Sede autonoma ed indipendente, presso il complesso Comunale, offre la possibilità di essere sempre reperibili e quindi a disposizione delle necessità degli interessati. Poiché ogni Socio e/o amatore, non può (per motivi logistici) rivolgersi direttamente all’A.S.I., lo stesso Ente ha FEDERATO delle Associazioni che ha ritenuto idonee, e fra queste  il VETERAN CAR CLUB COMO, per esplicare ogni pratica inerente agli automezzi di interesse storico per valutane l’autenticità e riconoscerla a tutti gli effetti.

E’ per questo che nella nostra Associazione sono stati nominati i Commissari Tecnici per Auto e per Moto che offrono la loro disponibilità per qualsiasi consulto e per esplicare tutte le pratiche collegate all’AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO – TORINO (A.S.I.).


La storia del Veteran Car Club Como

Nell’anno 1975 Leopoldo Marelli viene eletto presidente del Veteran Car Club Alto Milanese e nel 1976 assume il compito di formare un altro Club nella zona di Como dopo la cessata attività del V.C.C. Alto Milanese.

Nel 1977 Giovanni Cantaluppi e Leopoldo Marelli partecipano alla manifestazione per vetture veterane Mille Miglia dove si accorgono  che  il  loro  interesse  per  le auto  d’epoca è condiviso da un numero sempre crescente di appassionati. Decidono quindi di costituire e fondare un’associazione di persone accomunate da tale passione. Tale associazione oltre a riunire gli appassionati, avrà lo scopo di raccogliere documenti e pubblicazioni, reperire e restaurare autovetture e di svolgere ogni attività connessa e riferibile alla passione per le auto e moto d’epoca. Tutte queste attività non dovranno avere scopo di lucro. Con la sottoscrizione di una scrittura privata il 30.7.1977 l’associazione viene denominata VETERAN CAR CLUB.

La sede provvisoria viene stabilita a Cascina Amata, e situata al n.10 di via Petrarca.

Nella primavera del 1978 il VETERAN CAR CLUB COMO ottiene la federazione all’A.S.I. e Giuseppe Dosi viene eletto primo presidente. Cantaluppi e Marelli, i due fondatori del Club, sono presto seguiti da un folto gruppo di amici appassionati di auto storiche desiderosi di far conoscere alla gente le loro belle vetture. Nel settembre dello stesso anno viene quindi organizzata la prima manifestazione, denominata INCONTRO VETTURE D’EPOCA. A Como, in Piazza Cavour ha luogo un’esposizione d’auto d’epoca, che sfilano, poi, per le vie della città. Alla manifestazione partecipano circa 40 auto appartenenti a tutte le categorie di vetture d’epoca. La manifestazione ha grande successo e richiama un folto pubblico di appassionati e curiosi.

Nel 1980 diventa presidente Teodoro Somasca,  che resta in carica fino al 1984.

Nel 1984 la presidenza passa nelle mani di una donna, Wanda Crespi.  La sua forte passione per le auto e le moto d’epoca la  porta fino a  diventare prima donna Consigliere Federale ASI,  organo supremo del  collezionismo  storico  italiano.  Nello  stesso  anno  il  VETERAN  CAR  CLUB  COMO organizza la 1° EDIZIONE della RIEVOCAZIONE STORICA DEL GIRO NOTTURNO DEL LARIO nei giorni  14/15  luglio, manifestazione  che ottiene un notevole successo. Nel suo operato  la  signora  Crespi  è  affiancata  da validi collaboratori:  Giulio Bettega (vicepresidente), Ettore Molteni  (vicesegretario),  Roberto Radaelli e  Giuseppe Dones  (revisori dei conti), Maria Rosa  Valsecchi,   Romano  Panzeri,  Donato Colombo  e  Luigi Piana  (consiglieri)  e  Leopoldo Marelli (segretario), che lascia l’incarico  nel 1988, dopo aver  assistito a 3 presidenti, e riceve la medaglia d’oro per il suo operato.

La signora Crespi porta una vera ventata di novità all’interno di un sodalizio che è sempre stato considerato solo di interesse maschile. Questo cambiamento è accettato di buon grado da tutti i soci. Nel 1992 la Presidenza viene affidata ad un altra donna, alla signora  Maria Rosa Valsecchi Fusi. Sempre nel 1992 viene nominato Presidente Onorario delle Manifestazioni, l’amico ing. Carlo Felice Bianchi Anderloni, il cui ricordo ancora oggi resta nel cuore di tutti i soci.

Maria Rosa Valsecchi, detta “Titti”, incomincia il suo incarico affiancata dalla Signora Piera Comi, in qualità di Segretaria e a Carla Galli Crippa, Vice Segretaria. Nel Gennaio 1993 dopo le dimissioni della Signora Piera Comi, la signora Carla Galli Crippa assume la responsabilità di Segretaria. Successivamente il Commissario Tecnico Auto Angelo Rusconi e altri 6 validi consiglieri hanno supportato la Presidente nel suo operato. Entra poi a far parte del Consiglio anche il Commissario Tecnico Moto Signor Mario Monti.

L’impegno dei collaboratori e di tutti i soci hanno dato una vera escalation al club. Le manifestazioni hanno avuto un notevole incremento, prima fra tutte la “Rievocazione Storica del Giro Notturno del Lario” che negli anni 97/98 è diventata Gara di Regolarità, entrando a far parte del TROFEO DEL PRESIDENTE, meritandosi l’ambito premio da parte dell’ A.S.I. “LA MANOVELLA D’ORO”.

Successivamente detto premio e stato più volte assegnato alla Manifestazione “Cronoscalata Erba – Madonna del Ghisallo“, e nel 2005 ancora alla “Rievocazione Storica del Giro Notturno del Lario”.

Il Veteran Car Club Como ha un Consiglio di Amministrazione che si rinnovava ogni 3 anni, mentre dal 2014, anno in cui è stato modificato lo Statuto, il Consiglio di Amministrazione si rinnova ogni 4 anni.

logo-big